News

15/05/2014

Osservatorio permanente su rapporti banche imprese

Lo scorso mese è stato presentato il rapporto dell’”Osservatorio permanente sui rapporti banche imprese”, che fotografa l’andamento creditizio all’interno del nostro paese. L’osservatorio è costituito dalle associazioni di categoria di tutti i comparti economici compreso quello bancario. Il rapporto si limita ad osservare l’andamento del credito nei vari anni, e nel primo trimestre 2014, si osserva che c’è stato un lieve miglioramento, almeno per ciò che riguarda l’accesso al credito delle famiglie: infatti è aumentata la domanda di prestiti per mutui casa, che resta sempre in territorio negativo, rispetto ai livelli pre-crisi ma, con un incremento di circa il 2%; mentre, per i prestiti alle imprese la domanda resta pressoché invariata con un sensibile movimento in territorio positivo, anche se comunque prossimo allo zero, per interventi di ristrutturazione creditizia.
21/01/2014

Migrazione alla SEPA

In data 9 gennaio 2014 la Commissione Europea ha pubblicato una proposta di modifica del Regolamento (UE) 260/2012, che prevede la possibilità che siano accettate le operazioni di bonifico e di addebito diretto disposte nei formati nazionali fino al 1° agosto del 2014. Nel confermare la scadenza del 1° febbraio 2014, la proposta della Commissione introduce un periodo transitorio per garantire la regolarità dei pagamenti per i consumatori e le imprese. Tale proposta deve completare l’iter legislativo che prevede l’approvazione del Parlamento e del Consiglio europei prima di poter entrare in vigore. Si sottolinea peraltro che sia la Banca Centrale Europea sia la Banca d’Italia, attraverso propri comunicati stampa, hanno evidenziato che la data finale del 1° febbraio 2014 per il completamento della migrazione alla SEPA resta pienamente confermata, richiamando quindi tutti i soggetti coinvolti a rispettare l’end-date del 1° febbraio 2014, secondo i piani già approvati.
08/01/2014

Protocollo Assoconfidi Abi

Il 18 dicembre u.s. Assoconfidi, cui la nostra Federazione aderisce, ha firmato il Protocollo d’intesa con ABI per la definizione delle modalità di scambio dei flussi informativi tra banche e Confidi relativamente alle posizioni creditizie coperte da garanzia. L’individuazione del tracciato standard per l’invio dei flussi informativi dalle banche ai Confidi ha la finalità di rispondere sia agli obblighi segnaletici dei Confidi intermediari finanziari, come peraltro richiesto dalla stessa Banca d’Italia, sia alle esigenze gestionali delle strutture, in questa prima fase limitatamente ai Confidi “107”.
08/01/2014

Legge di Stabilità 2014

Grazie alla forte pressione effettuata da questa Federazione, di concerto con Assoconfidi, il governo ha approvato, all’interno della Legge di Stabilita (art. 1 comma 54 e 55), una serie di misure volte a favorire la patrimonializzazione dei confidi così definiti: “maggiori”, ovvero quelli vigilati da Banca d’Italia; “a rete”, che effettuano operazioni finalizzate al miglioramento dell’efficienza e dell’efficacia operativa dei confidi aderenti, i quali nel loro complesso erogano garanzie in misura pari ad almeno 150 milioni di euro.
20/11/2013

Ripartizione confidi Fondo prevenzione usura

Con grande soddisfazione vi comunichiamo che la Commissione di gestione del Fondo di prevenzione dell’usura ha, nei giorni scorsi, provveduto alla ripartizione dei contributi a favore dei Confidi, a valere sulle domande riferite al 2013, come da tabulati allegati (“Confidi 2013” e “Confidi nuovi 2013”). Il Ministero dell’Economia, anche sulla base della forte sollecitazione ricevuta dalle Federazioni riunite in Assoconfidi, ha provveduto, per il 2013, ad erogare nuove risorse per la rilevante somma di euro 70.000.000 di cui il 70%, come da normativa, a favore dei Confidi (euro 49.000.000).
21/10/2013

Roadshow Fondo Centrale di Garanzia - Assoconfidi

Con l’obbiettivo di favorire l’utilizzo del Fondo Centrale di Garanzia, sempre più infrastruttura primaria della garanzia pubblica, la Federazione, unitamente ad Assoconfidi, ha ritenuto utile programmare un calendario di seminari sui singoli territori, mirati specificamente sulle esigenze proprie dei Confidi. Stiamo concordando con il Soggetto Gestore l’attivazione di tali percorsi, che avranno un carattere formativo e informativo e che analizzeranno con un approccio tecnico le nuove modalità operative del Fondo Centrale. I seminari prevedranno altresì la collaborazione di Unioncamere come partner di sistema.
01/07/2013

ENRICO GAIA ELETTO RAPPRESENTANTE ITALIANO PER AECM

In occasione del rinnovo degli organi direttivi dell’AECM il 20 giugno 2013 il Dott. Enrico Gaia, Presidente Nazionale di Fincredit – Confapi, è stato nominato membro del CDA di AECM come rappresentante di Assoconfidi.
19/06/2013

FONDO DI GARANZIA E DECRETO FARE

Uno degli interventi previsti nella versione finale del testo del Decreto Fare approvato qualche giorno fa dal Consiglio dei Ministri, riguarda una riforma del Fondo Centrale di Garanzia per le PMI.
11/06/2013

AGGIORNAMENTO DATI FCG 2013

Uno degli interventi annunciati dal Ministro dello Sviluppo Economico, Flavio Zanonato, è la volontà di aumentare da 2 a 4 miliardi di euro la disponibilità del Fondo Centrale di Garanzia per le PMI. Confapi appoggia più che favorevolmente un’iniziativa di questo tipo, ma rileva contemporaneamente la necessità di rivedere i parametri di accesso per le PMI: gli attuali parametri sono stati definiti nel 2010, fase iniziale della crisi.
24/05/2013

RILEVAZIONE E SEGNALAZIONE DELLE GARANZIE DETERIORATE

La scorsa settimana Banca d’Italia ha emanato una comunicazione sulle modalità per la corretta rilevazione e segnalazione delle garanzie deteriorate. Nella comunicazione l’Autorità di vigilanza sostiene di aver rilevato in alcuni casi una discordanza tra l’effettivo profilo di rischio delle posizioni e la loro rappresentazione nelle segnalazioni inviate dai Confidi. La diversa valutazione deriverebbe sia da una scarsa attenzione delle strutture nella classificazione delle garanzie rilasciate sia dalla difficoltà delle stesse nel rilevare in itinere il peggioramento delle posizioni garantite.

Pagine